Storia & cultura

Peter Dangl, nato a Pfunds (Tirolo) nel 1844, arrivò a Solda spinto dalla sua attività di boscaiolo, sposò una donna del posto e si stabilì qui definitivamente.

Grazie alle numerose prime ascensioni (tra le tante: Harpprechtrinne, Ortles per la Schückrinne, Cima di Trafoi da nord, certa nord-ovest del Vertain, cresta del Giogo Alto sull'Ortles, riscoperta dell'Hintergrat dell'Ortles) in compagnia di celebri alpinisti come Theodor Harpprecht e Otto Schück, Peter Dangl diventò molto famoso nella cerchia alpinistica.

Il suo libro di vetta riporta le uscite più difficili e le testimonianze di clienti entusiasti, come per esempio il signor Kinsley, che donò alla chiesa di Solda una campana intitolata a Peter Dangl, la guida migliore e più fedele.

Peter Dangl I
Peter Dangl I
Peter Dangl II
Peter Dangl II

Il figlio, battezzato con lo stesso nome del padre, portò avanti la tradizione di guida alpina conquistando a sua volta una certa fama: ricevette perfino una medaglia d'argento da Federico Augusto, re di Sassonia.

I libri di vetta e la medaglia con il documento storico vengono conservati tra i nostri oggetti di famiglia e, su richiesta, mostrati con piacere.

Peter Dangl junior costruì l'attuale Pensione Dangl nel 1909 che viene ora gestita dalla terza e quarta generazione della famiglia Dangl da ormai oltre 100 anni.

Nel corso degli anni ci siamo fatti una clientela abituale, come per esempio il Dr. Josef Braunstein, musicista della Filarmonica di Vienna, che alloggiò da noi la prima volta nel 1923 e continuò a venire a trovarci anche dopo l'emigrazione a New York fino a fine anni '90.

Ancor oggi cerchiamo di sempre di seguire il motto dei nostri antenati:

offrire ai nostri ospiti un soggiorno piacevole, famigliare e autentico nel cuore di queste meravigliose montagne.